SLA - SOLO LA MENTE


Vai ai contenuti

Invalidità

I Diritti

Il riconoscimento dello stato d'inabilità è affidato esclusivamente all'accertamento delle Commissioni Invalidi che operano presso ogni Azienda Usl.

Per richiedere tale accertamento è necessario:

1) rivolgersi presso la Azienda Usl di residenza e richiedere il modulo per la richiesta di accertamento.

2) al modulo va allegato un certificato del medico curante che descriva la patologia da cui è affetta la persona.Potete anche allegare (in copia) la documentazione clinica. Modulo, certificati e documentazione vanno consegnati alla segreteria della Commissione di competenza. Attenzione: si consiglia di richiedere sempre sia la valutazione dell'invalidità che quella dell'handicap (Legge 104/1992). In caso di grave situazione sanitaria che comporti rischio in caso di spostamento, è possibile richiedere la visita a domicilio.

3) quando si viene convocati a visita è possibile farsi assistere, a proprie spese, da un medico di fiducia.

4) dopo la visita la Commissione si esprime emettendo un verbale che viene inviato all'interessato.

5) l'interessato può presentare ricorso contro il verbale rivolgendosi al giudice.

A seconda del verbale, la persona avrà diritto a diverse agevolazioni.

Le persone affette da patologie o menomazioni comprese nell'elenco sono esonerate da tutte le visite di controllo o di revisione circa la permanenza dello stato invalidante. È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 225 del 27 settembre 2007 il Decreto Ministeriale che individua queste dodici condizioni patologiche :


1. Insufficienza cardiaca in IV classe NHYA refrattaria a terapia
2. Insufficienza respiratoria in trattamento continuo di ossigenoterapia o ventilazione meccanica
3. Perdita della funzione emuntoria del rene, in trattamento dialitico, non trapiantabile
4. Perdita anatomica o funzionale bilaterale degli arti superiori e/o degli arti inferiori, ivi comprese le menomazioni da sindrome da talidomide
5. Menomazioni dell'apparato osteo-articolare, non emendabili, con perdita o gravi limitazioni funzionali analoghe a quelle delle voci 2 e/o 4 e/o 8
6. Epatopatie con compromissione persistente del sistema nervoso centrale e/o periferico, non emendabile con terapia farmacologica e/o chirurgica
7. Patologia oncologica con compromissione secondaria di organi o apparati
8. Patologie e sindromi neurologiche di origine centrale o periferica, (come al punto 4)
9. atrofia muscolare progressiva;
10. atassie; afasie; lesione bilaterale combinate dei nervi cranici con deficit della visione, deglutizione, fonazione o articolazione del linguaggio; stato comiziale con crisi plurisettimanali refrattarie al trattamento
11. Patologie cromosomiche e/o genetiche e/o congenite con compromissione d'organo e/o d'apparato che determinino una o piu' menomazioni contemplate nel presente elenco
12. Patologie mentali dell'eta' evolutiva e adulta con gravi deficit neuropsichici e della vita di relazione
13. Deficit totale della visione
14. Deficit totale dell'udito, congenito o insorto nella prima infanzia

AISLA : www.aisla.it


Torna ai contenuti | Torna al menu